• studio di psicologia

Terapia Razionale Emotiva (RET)

La Terapia Razionale Emotiva ( RET ) è una terapia cognitivo-comportamentale e si basa sul principio che tanto le emozioni quanto i comportamenti siano il prodotto delle convinzioni di un individuo e della sua interpretazione della realtà.


Secondo la visione di Albert Ellis, ideatore e principale teorico della RET, il disturbo emotivo non è creato dalle situazioni, ma dalle interpretazioni che le persone fanno di tali situazioni; non ci preoccupano le cose, ma la visione che abbiamo di esse.


Il modello della RET si fonda sul paradigma ABC, cioè sul riconoscimento che un evento attivante (A) determina nella persona le conseguenze (C) di natura emotiva e comportamentale in ragione del sistema di convinzioni (B), ovvero dei modi di pensare, di interpretare l’ambiente e se stessa, le regole di relazione, ecc.


L’intervento terapeutico ha quindi come oggetto:

  • l’individuazione del sistema di credenze, convinzioni e processi di pensiero della persona
  • la valutazione del grado di realisticità, razionalità, correttezza logica di tali processi
  • la confutazione di idee e processi “irrazionali”
  • la proposizione di idee e processi “razionali”, più realistici, flessibili e funzionali e l’apprendimento del loro impiego nelle diverse situazioni


Di particolare importanza nel contributo di Ellis e della RET è l’individuazione delle principali idee irrazionali di fondo e delle più frequenti e dannose distorsioni cognitive che sono alla base di molte situazioni di disagio e di patologia psicologica.